RifiutiRomascioperotrasporti

Venerdì 26 sciopero dei mezzi e Ama

I servizi a rischio per venerdì 26 ottobre a causa dello sciopero generale

E’ stato  proclamato uno sciopero generale dei lavoratori di tutti i comparti e categorie pubbliche e private dalle associazioni sindacali Cub, Sgb, Si Cobas, Usi-Ait e Slai Cobas e Usi. La durata dell’agitazione sarà di 24 ore.

Per quanto riguarda Ama, l’organizzazione Sindacale USI (Unione Sindacale Italiana) ha proclamato uno sciopero generale nazionale di tutte le categorie pubbliche e private per l’intera giornata. “In base a precedenti casi del genere, si prevede un’incidenza limitata sull’erogazione complessiva dei servizi aziendali”, rendo noto la municipalizzata.

In attuazione di quanto prescritto dalla normativa di legge, Ama “ha comunque attivato le procedure tese ad assicurare durante lo sciopero servizi minimi essenziali e prestazioni indispensabili”. Interessati dallo sciopero, con le stesse modalità, anche gli operatori del comparto Settore Funerario. Anche in questo caso, sono stati predisposti i servizi minimi essenziali.

La protesta andrà a coinvolgere i diversi comparti del settore dei trasporti. Per ciascuno di essi avremo degli orari differenti. Incroceranno le braccia per l’intera prestazione lavorativa anche i dipendenti delle aziende degli appalti ferroviari dei sindacati FILT-CGIL/FIT-CISL/UILT-UIL/UGL-TAF/FAST MOBILITA’.

Atac e Cotral, tuttavia, ancora non hanno ha comunicato le modalità dello sciopero e non appena lo farà le pubblicheremo. Gli unici ad aver già dato comunicazione sono i dipendenti di Schiaffini Travel, azienda operante nel Trasporto Pubblico Locale nei comuni di Ciampino e Roma.

da www.romatoday.it

Lunedì 22 ottobre 2018