legalitàMareOstiaX municipio

Lo stabilimento Village torna alla legalità

La spiaggia che prima era del clan dei Fasciani ad Ostia, ora è stata riconsegnata alla legalità.

La spiaggia dei Fasciani, dove sorge lo stabilimento Village, torna finalmente alla legalità. Dopo essere stata nella mani del clan mafioso per diverso tempo, ora cambia il vento.

“È la prima volta che è stata sequestrata un’attività con la richiesta della Procura di associazione a delinquere di stampo mafioso, quindi del 416 bis, nel Lazio”. Lo dichiara l’amministratore giudiziario Angelo Enrico Oliva che lo ha preso in carico insieme con la collega Francesca Sebastiani.

Negli ultimi anni, i Fasciani: “Hanno fatto una serie di passaggi societari che io e la mia collega abbiamo studiato e ci siamo accorti che erano riconducibili a società non note alla Procura”.

Francesca Sebastiani ha dichiarato: “Nello sgombero ci siamo accorti della presenza di due contratti che abbiamo ripreso nell’immediatezza ma soprattutto dell’importanza del sito. Da qui la decisione, di concerto anche col nostro Tribunale di misure di prevenzione, di proseguire l’attività dell’azienda”.

Ora lo stabilimento Village è rientrato nei criteri della legalità. La spiaggia sul lungomare Paolo Toscanini non è più la spiaggia dei Fasciani. È la spiaggia degli abitanti di Ostia.

“Io vengo a questo stabilimento da quando avevo due anni. Ho assistito al cambiamento prima in negativo e ora in positivo: ricordo che prima determinate cose non le potevi dire, che se stavi sotto l’ombrellone dovevi parlare a bassa voce, non eri libera di dire il tuo pensiero”.

Queste sono le parole di una ragzza che frequenta lo stabilimento da sempre.

da www.ogginotizie.it

Domenica 1 luglio 2018