archeologiaOstia AnticaX municipio

Dieci appuntamenti nel Parco archeologico per conversare con gli esperti di storia e arte

Il Parco archeologico senza misteri sotto la luce dei riflettori accesi per dieci appuntamenti alla presenza dei massimi esperti di storia e archeologia pubblica.

Dal 28 marzo inizia #vediamociaostiantica, una ricca agenda di incontri sui temi dell’archeologia pubblica e della legalità. “Vediamoci a Ostia Antica. Conversazioni di archeologia pubblica e legalità” è il titolo della rassegna di dieci appuntamenti di crescita civile e culturale offerti da archeologi e da protagonisti della cultura, che rendono il Parco luogo di dialogo e confronto tra le istituzioni e la cittadinanza. La sede dei dibattiti è l’Antiquarium, all’interno degli Scavi di via dei Romagnoli 717.

 

Si comincia il 28 marzo, alle 16.30 nell’Antiquarium degli Scavi di Ostia Antica, con l’Evoluzione paleoambientale del suolo di Ostia Antica, con interventi di Paola Germoni, Alessandra Ghelli e Carlo Rosa. Tra gli altri ospiti previsti nei successivi incontri parteciperanno l’archeologo belga Louis Godart, il professore della British Academy Simon Keay, il direttore del Museo Egizio di Torino Christian Greco, Carlo Pavolini, autore del preziosissimo “Vita quotidiana a Ostia”, l’ex commissario del X Municipio Domenico Vulpiani e lo studioso del porto di Traiano Renato Sebastiani.

 

Questo nel dettaglio il programma degli appuntamenti.

28 marzo, ore 16,30: “Evoluzione paleoambientale del suolo di Ostia Antica” con Paola Germoni, Alessandra Ghelli e Carlo Rosa.

18 aprile, ore 16,30: “Cittadinanza europea e diritti civili” con Louis Godart, archeologo e filologo miceneo che detiene la cattedra di Filologia Micenea all’Università “Federico II” di Napoli, ed è attualmente Consigliere per la Conservazione del Patrimonio Artistico del Presidente della Repubblica Italiana.

8 maggio, ore 17,00: “Una formidabile occasione di conoscenza: gli scavi nei cantieri della metro C” con Simona Morretta e Rossella Rea.

29 maggio, ore 17,00: “Cultura e legalità, idee per Ostia” con il colonnello comandante del gruppo Ostia dei carabinieri Pasqualino Toscani e Domenico Vulpiani.

14 giugno, ore 17,00: “Archeologia pubblica, per riavvicinare cittadini e territorio” con Salvatore Settis, archeologo e storico dell’arte già direttore della Scuola Normale Superiore di Pisa.

10 luglio, ore 17,00: “Archeosocial, comunicare l’archeologia ai tempi dei social media” con le ricercatrici e blogger Astrid D’Eredità e Antonia Falcone e l’assistente museale Marina Lo Blundo.

11 settembre, ore 17,00: “Il porto dell’imperatore” con il docente della British Academy Simon Keay, Cinzia Morelli e Renato Sebastiani.

11 ottobre, ore 16,30: “Biografie di oggetti: dialogo tra egittologia e scienza” con il direttore del Museo Egizio di Torino Christian Greco, egittologo italiano già docente universitario del corso “archeologia funeraria egizia e archeologia della Nubia e del Sudan” all’università di Leida e membro del Comitato Tecnico-Scientifico per i Beni Archeologici del MIBACT.

6 novembre, ore 16,30: “Ostia tardo antica, il lusso in tempo di crisi” con l’archeologo Carlo Pavolini, autore di varie guide turistiche e del pregiatissimo “Vita quotidiana a Ostia”.

5 dicembre, ore 16,30: “Litorale romano, idee di riserva” con Luca Bragalli, Alessandro Leon e Anna Longo.

La partecipazione è gratuita, posti a esaurimento, è richiesta la prenotazione via email a

pa-oant.comunicazione@beniculturali.it.