Ambienteculturafilmgratismanifestazioni ed eventimuseiOstiaX municipio

Con L’Ecomuseo del Litorale un viaggio virtuale nel territorio ostiense

Nell’attesa della riapertura delle sedi espositive di Ostia Antica e di Maccarese, l’Ecomuseo del Litorale Romano offre a tutti i potenziali “visitatori” due esperienze audiovisuali di conoscenza del territorio del delta tiberino, da godere stando comodamente seduti a casa.

Imago Ostiae e Ecostorie del Litorale Romano sono infatti in visione gratuita.

Collegandosi al sito dell’Ecomuseo www.ecomuseocrt.it ci si troverà di fronte a due possibilità di percorso.

La prima consente un viaggio di trenta minuti attraverso il territorio ostiense alla scoperta dei luoghi di interesse naturalistico, storico, archeologico, architettonico e antropologico del X Municipio del Comune di Roma, per mezzo della Videoguida ai Beni Culturali e Ambientali.I

Il documentario si intitola Imago Ostiae ed è stato realizzato da Paolo Isaja e Maria Pia Melandri.

Il film ci porta a spasso dalle alture di Dragoncello fino alla tenuta presidenziale di Castelporziano, passando per gli Scavi e il Borgo di Ostia Antica, l’architettura d’autore di Ostia Lido, il Castello e la pineta di Castelfusano, la macchia, le paludi e il bosco plurisecolare di Castelporziano e Capocotta.

La colonna sonora è composta dal commento di studiosi, scrittori e viaggiatori che hanno percorso il territorio nel corso di 2000 anni di storia. Alla fine del filmato, una mappa indica allo spettatore il percorso effettuato nel corso del viaggio sul territorio.

La seconda scelta, Ecostorie del Litorale Romano, consente di fare una breve visita di sette minuti nel Polo Ostiense dell’Ecomuseo  attraverso il percorso che la telecamera fa per nostro conto nelle sale dove è esposta la documentazione delle grandi trasformazioni fisiche e antropiche del litorale ostiense. Un’anticipazione di ciò che si potrà godere di persona, quando si potranno riaprire al pubblico le sale museali, ricche di una grande quantità di documenti, immagini, oggetti, attrezzi e filmati d’epoca, raccolti in un quarantennio di ricerche realizzate dagli studiosi della CRT Cooperativa Ricerca sul Territorio.

da www.ecomuseocrt.it

Mercoledì 29 aprile 2020