culturagiovanigratis

Bonus cultura 18 anni aperte le iscrizioni per i nati nel 2000: come fare

Bonus cultura confermato per chi compie 18 anni nel 2018; sono aperte le registrazioni al sito 18app.

Dopo mesi di attesa i nati nel 2000 possono fare richiesta del bonus cultura riservato ai diciottenni.

Sulla 18App, la piattaforma da utilizzare per spendere i 500€ del bonus cultura, infatti sono state aperte le registrazioni riservate però ai soli nati nel 2000, ovvero a coloro che hanno compiuto i diciotto anni nel 2018.

Per registrarsi c’è tempo fino al prossimo 30 giugno; per spendere i 500€ del bonus cultura, invece, la scadenza è fissata al 31 dicembre 2019. Ricordiamo che il bonus può essere speso per comprare dei libri, o anche utilizzato per altri acquisti come biglietti per il cinema, per il teatro o per i concerti.

Vista la nuova apertura delle iscrizioni alla 18App, ecco alcune informazioni utili sul bonus cultura riservato a chi è diventato maggiorenne nel 2018: dalle modalità di utilizzo all’elenco degli esercenti che accettano i buoni spesa, ecco tutto quello che c’è da sapere in merito.

Come anticipato per poter approfittare del bonus 500 euro è obbligatorio aver spento le 18 candeline entro il 2018, oltre ad essere in possesso delle credenziali SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale con cui accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione.

Una volta registrati a SPID basta accedere alla piattaforma 18app dedicata e scegliere tra le innumerevoli attività culturali a disposizione.

Qui i 18enni possono generare buoni spesi per acquistare libri, biglietti per cinema, teatro, concerti, mostre, e farlo anche attraverso TicketOne o Amazon.

Oggi possono spendere il bonus cultura solamente i nati nel 2000 che si iscrivono alla piattaforma entro il 30 giugno 2019. Questi hanno tempo per spendere tutti i 500€ entro il 31 dicembre prossimo, dopodiché ogni somma residua andrà persa definitivamente.

Ma cos’è SPID? Si tratta del Sistema Pubblico di Identità Digitale con cui i cittadini e le imprese possono accedere a tutti i servizi online delle pubbliche amministrazioni. Su SPID, ad esempio, si possono effettuare prenotazioni sanitarie, iscrizioni scolastiche, accedere alla rete wi-fi pubblica… il tutto in modo veloce e sicuro.

Registrandosi a SPID e inserendo nome utente e password, quindi, i ragazzi che hanno diritto al bonus 500€ possono visualizzare l’offerta culturale messa a loro disposizione e spendere i soldi. SPID è fruibile da tutti i dispositivi elettronici: PC, tablet e smartphone.

Ma come bisogna procedere per gestire il bonus 500 euro e scegliere quali libri o biglietti acquistare? È semplice, basta registrarsi in uno dei provider abilitati a scelta tra:

Aruba SpidID;

Infocert ID ;

Intesa ID;

Namirial ID;

Poste ID – Poste Italiane;

Sielte ID;

Spid Italia;

TIM ID.

In tal modo si avrà accesso a Spid. A questo punto non resterà che collegarsi al sito della 18app dove, inserendo le proprie credenziali Spid, gli utenti potranno entrare nel sistema e visualizzare i 500 euro caricati nel borsellino elettronico.

Vediamo ora le modalità in cui avviene l’accredito e la spesa dei soldi.

Il bonus cultura di 500 euro per chi ha 18 anni viene concesso sotto forma di carta elettronica e buoni spesa.

La carta del bonus cultura ha un importo nominale massimo di 500 euro e può essere utilizzata per assistere a rappresentazioni teatrali, musei, mostre, eventi culturali, monumenti, gallerie, spettacoli dal vivo e parchi naturali.

La carta elettronica per i 18enni è utilizzabile tramite l’accesso alla piattaforma 18app. Qui i beneficiari possono scegliere le attività in cui spendere i 500 euro tra quelle presenti in elenco.

Nel dettaglio, per consultare la lista degli esercenti autorizzati ad accettare i buoni spesa basta andare sul sito della 18app, scegliere tra i negozi fisici e gli store online e indicare il tipo di acquisto che volete effettuare (specificando se si tratta di biglietti per il cinema, concerti, opere teatrali, musei, o ad un’iscrizione ad un corso di formazione).

Il sito genera buoni spesa elettronici con codice identificativo, associati a un acquisto di uno dei servizi messi a disposizione. I 18enni trovano i buoni spesa nella loro area riservata, e da qui potranno di volta in volta gestire il saldo e le prenotazioni.

Ricordiamo che il bonus 18enni viene utilizzato attraverso buoni spesa individuali e nominativi, che possono essere usati solo ed esclusivamente dal beneficiario.

Per generare i buoni spesa da presentare presso i botteghini degli eventi a cui si partecipa, il beneficiario inserisce i dati richiesti sulla piattaforma elettronica e al momento dell’utilizzo può presentarli sul dispositivo, in forma elettronica, oppure stamparli.

I buoni spesa generati ma non spesi non comportano una riduzione dell’importo disponibile sulla carta: solo l’accettazione dei buoni da parte dei soggetti accreditati fa scalare l’importo del bonus spendibile.

È il sistema, quindi, a generare di volta in volta dei buoni spesa in base alle richieste dell’interessato. Questi buoni possono essere stampati o mostrati all’esercente tramite QR code o bar code per il ritiro dell’acquisto effettuato sull’app.

Ogni acquisto è nominale e può essere effettuato solo per una singola unità, per cui non è possibile – ad esempio – generare più di un biglietto per lo stesso spettacolo o mostra d’arte per far entrare amici e parenti.

La scelta delle attività culturali a cui partecipare non è libera ma vincolata alle offerte presenti sull’app. Nel dettaglio, i 500 euro concessi ai 18enni possono essere spesi per:

acquisto di libri scolastici e di lettura;

visite alle mostre, ai musei e alle aree archeologiche;

biglietti per il cinema, le fiere, i concerti e il teatro.

L’iniziativa è volta ad aiutare soprattutto le famiglie con reddito basso che non fanno rientrare quasi mai nel bilancio le spese dedicate alle attività culturali dei figli.

Inoltre per il bonus 500 euro concesso ai nati nel 2000 – e negli anni successivi – c’è una novità: la carta acquisti può essere utilizzata anche per altre attività culturali inizialmente non previste.

Se i 18enni, fino al 2016, non potevano spendere i 500 euro per comprare dischi fisici o su iTunes, questo oggi è consentito. La Legge di Stabilità 2017, infatti, ha previsto l’estensione del bonus 18enni a corsi di lingue, di musica e teatro, e all’acquisto di musica registrata.

Non è ancora possibile scaricare film, né acquistare computer, smartphone o altri dispositivi elettronici perché lo scopo del Governo è quello di incentivare le attività dal vivo come ad esempio le rappresentazioni teatrali e i concerti.

Anche sul più grande store online del mondo è possibile fare acquisti tramite Carta elettronica 18App. Su Amazon.it con il bonus cultura si può comprare solo nelle categorie Libri e eBook Kindle.

Per utilizzare il bonus 18enni su Amazon bisogna prima creare un buono del valore di 5, 10, 25 o 50 euro su 18app.it. Fatto? Bene, adesso non resta che andare su amazon.bonus18.it per convertire il buono in un codice Amazon da inserire poi al momento del pagamento del libro o dell’eBook scelto.

Per poter spendere il buono 18app su Amazon.it è necessario essere in possesso di un account Amazon e associare un metodo di pagamento valido (Postepay, PayPal, carta di credito).

Qualora l’ammontare del codice non fosse sufficiente a coprire l’intero importo dei prodotti selezionati, puoi scegliere se emettere un nuovo buono 18app o proseguire utilizzando i normali metodi di pagamento.

da www.money.it

Martedì 8 gennaio 2018