News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  Eventi  »  Teatro  »  La stagione estiva 2017 al Teatro di Ostia Antica.
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

La stagione estiva 2017 al Teatro di Ostia Antica.

Dai primi di luglio fino alla fine di agosto un ricco programma di spettacoli

PROGRAMMA:

30 GIUGNO
La Nascita di Roma

La nostra cultura, la cultura contemporanea, porta con sé - spesso senza neppure accorgersene - la grande eredità del passato. Di un passato lontano quasi duemila anni, ma che ha saputo cogliere con l’arte il senso profondo dell’essere umano. Questa eredità è sotto i nostri occhi e nel nostro modo di pensare. Basta guardare ai moltissimi teatri greci e romani che si trovano nella nostra penisola. Molti sono famosi, moltissimi quasi dimenticati. Recuperarli è importante per restituire ai nostri territori la consapevolezza della loro storia e del valore culturale di cui sono portatori.
QAcademy, con il patrocinio di INDA (l’Istituto Nazionale per il Dramma Antico) che opera da sempre in questa direzione, ha proposto al MIBACT un progetto speciale per valorizzare alcuni teatri antichi, dal teatro di Fiesole a quello di Grumentum, dal Teatro di Ostia Antica a Paestum A Ostia Antica, il 30 giugno, un grande archeologo e affabulatore, Andrea Carandini,con due grandi attori, Anna Bonaiuto e Massimo De Francovich, trasformeranno la leggenda della nascita di Roma in un vero e proprio story telling, in occasione dei 2000 anni dalla morte di Tito Livio. Un testo inedito capace di emozionare e coinvolgere il pubblico di appassionati e non in una cornice suggestiva. Tra storia e mito uno degli atti fondativi della civiltà occidentale, come succede solo quando vede la luce non un semplice insediamento di capanne, non lontano dalle rive del Tevere, ma una urbe destinata a passare alla storia come “eterna”.

7 e 8 LUGLIO
Mamma mia

Forse la più celebre commedia musicale degli anni 2000 che ha strappato applausi in tutto il mondo e ha fatto scatenare il pubblico con le mitiche canzoni degli ABBA: a quasi 10 anni dal film con Maryl Streep, arriva in Italia una nuovissima versioneche per la prima volta sarà realizzata da una grande produzione tutta italiana, con protagonisti tre attori amatissimi dal grande pubblico come Luca Ward, Paolo Conticini e Sergio Muniz.
Nel ruolo protagonista femminile la rivelazione del musical
italiano Sabrina Marciano (reduce da una clamorosa affermazione nel ruolo della maestra di danza nell’acclamato Billy Elliot) circondata da un cast di oltre 30 artisti e un’orchestra che suonerà dal vivo posizionata all’interno della scena.
Un’ambientazione tecnologica e sorprendente con vera acqua di mare e bagnasciuga caratterizzerà uno show nuovo di zecca: sarà un evento unico e imperdibile “Mamma Mia!” il nuovo travolgente musical prodotto dalla PeepArrow Entertainment e il Teatro Sistina per la regia e l’adattamento di di Massimo Romeo Piparo, che sta per arrivare con il sole dell’estate e già si annuncia come il grande successo della prossima stagione teatrale.

Divertente, romantico, capace di trasportare il pubblico tra le bellezze di un'isoletta greca del Mar Mediterraneo, al ritmo travolgente della musica degli Abba: da quasi 20 anni l’appassionante storia della giovane Sophie, che alla vigilia del matrimonio realizza il proprio sogno di essere accompagnata all’altare dal padre che non ha mai conosciuto prima, riscuote consensi e sold out in tutto il mondo.

Questa commedia musicale adatta a ogni età approda finalmente in Italia in una inedita versione interamente rinnovata e creata da un team esclusivamente italiano, che ha realizzato tutto lo spettacolo, dalla regia alle scenografie, dalle coreografie ai costumi, traducendo integralmente i dialoghi e le 24 canzoni degli Abba suonate dal vivo dall'orchestra. Un grande allestimento che unisce le nuove tecnologie alla magia meccanica del teatro, una storia leggera ma non banale, ironica e delicata, che racconta l'amore maturo accanto a quello giovanile, indagando grandi sentimenti come il rapporto tra madre e figlia, l'amicizia e il coraggio, ma soprattutto una commedia che, attraverso due donne straordinarie, celebra la ricerca della felicità anche a costo di sfidare le convenzioni.

Tre volti del piccolo e grande schermo amatissimi dagli spettatori italiani e già affermati anche nel Musical, saranno i protagonisti maschili: nei panni dei “probabili” papà di Sophie, arriveranno i bravissimi e sempre affascinanti Luca Ward (My Fair Lady, Tutti Insieme Appassionatamente), Paolo Conticini (Vacanze Romane) e Sergio Muniz (The Full Monty), nei personaggi che nel film vennero interpretati da Pierce Brosnan, Stellan Skarsgard e Colin Firth.

Rispetto alla versione ufficiale, il Musical ideato da Piparo preferisce allo stile ‘minimal’ inglese una messa in scena più ricca e spettacolare. Grandissime sorprese offre la nuova ambientazione che lascerà a bocca aperta gli spettatori grazie a un pontile sospeso su vera acqua di mare, con una barca ormeggiata e un vero bagnasciuga. A rendere tutto più reale ci penseranno poi gli 11 mila litri di acqua in scena, le pedane girevoli, una locanda dai caratteristici colori nelle sfumature del bianco e del blu e la bouganvillea alla finestra, tanto che sembrerà davvero di trovarsi nelle atmosfere tipiche di una incantevole isoletta del Mediterraneo.

Di grande qualità tutto il cast artistico, capitanato da Massimo Romeo Piparo (già artefice di irripetibili successi nazionali e internazionali degli ultimi anni come Jesus Christ Superstar-European tour con il Gesù del film Ted Neeley, Billy Elliot con le musiche di Elton John, Evita con Malika Ayane, Il Marchese del Grillo con Enrico Montesano): oltre all’orchestra dal vivo diretta dal Maestro Emanuele Friello (al momento il recordman del musical italiano con oltre 20 titoli all’attivo) il pubblico vedrà esibirsi oltre trenta artisti, tra i più affermati del Musical italiano. E poi le coreografie di Roberto Croce, le scene di Teresa Caruso, i costumi di Cecilia Betona, il suono di Alfonso Barbiero, le luci di Daniele Ceprani, la produzione esecutiva di Peeparrow Entertainment.

E quando si chiuderà il sipario le sorprese di certo non finiranno, grazie a una speciale 'appendice' tutta da ballare: al termine dello spettacolo infatti il pubblico potrà scatenarsi sulle note in versione 'disco' della colonna sonora del musical.

11 LUGLIO
Devendra Banhart

É uscito il suo nuovo album “Ape in Pink Marble” pubblicato da Nonesuch. L’album, il nono di Banhart, è scritto, prodotto, arrangiato e registrato a Los Angeles dall’artista americano insieme ai suoi collaboratori di lunga data Noah Georgeson e Josiah Steinbrick. Questo disco, che arriva a tre anni dal precedente “Mala”, contiene atmosfere orientali, anche grazie alla presenza del koto, un’arpa giapponese. È descritto da Q come l’apice della sua carriera e dal Wall Street Journal come il suo lavoro: «più conciso, sommesso e seducente fino ad ora». Ad anticipare l’album è il brano “Middle Names”, un pezzo trasognato e romantico, dedicato ad un amico scomparso.

Un piccolo assaggio ai fan italiani è avvenuto a settembre con la partecipazione di Devendra al Wired Next Fest e all’incontro D Musica.

21 luglio
Atom Heart Mother - Pink Floyd...

La realizzazione di Atom Heart Mother dal vivo è una produzione unica e speciale: i Pink Floyd Legend, infatti, sono l'unico gruppo che dal 2012 porta in scena la lunga suite nella versione integrale, accompagnati, come nell'originale, da Coro e Orchestra.

Atom Heart Mother, le cui partiture orchestrali furono scritte dal giovane compositore sperimentale Ron Geesin, si snoda attraverso straordinarie combinazioni tra musica classica e rock, alternando momenti pervasi da eleganti melodie ad
altri di pura potenza sinfonica: Atom è considerato il disco della maturità e un punto di svolta nel percorso artistico per i Pink Floyd che abbandonano la psichedelia in nome del progressive rock.

Come tutte le produzioni firmate Pink Floyd Legend, le oltre due ore di musica si avvarranno di un incredibile disegno luci e di sorprendenti effetti scenografici che, uniti alla fedeltà degli arrangiamenti, all'utilizzo di strumentazione vintage, ai video dell’epoca proiettati su schermo circolare di 5 metri, ad Algie il grande maiale gonfiabile, ai costumi di scena, ai laser, ricreano quel senso di spettacolo totale per vivere un'indimenticabile “Floyd Experience”.

22 luglio
Carmen

ELEONORA ABBAGNATO IN CARMEN

balletto in due atti di Amedeo Amodio dal racconto di Prosper Mérimée
Don José AMILCAR MORET Micaela GIORGIA CALENDA Escamillo GIACOMO LUCI
Produzione Daniele Cipriani Entertainment

Dopo il grande successo ottenuto nei maggiori festival e teatri Italiani, torna in scena la bella e ammaliante sigaria di Merimée con la stella della danza internazionale, étoile dell’Opéra di Parigi, ELEONORA ABBAGNATO nel balletto in due atti di Amedeo Amodio "CARMEN". Un condensato di intrecci d’amore tra Carmen, Don José, Micaela ed Escamillo sviluppato con l’espediente scenico del ‘teatro nel teatro’ sulle celeberrime note dell’opera di Bizet. Eleonora Abbagnato è Carmen, poesia, incantesimo, “formula magica”, nella versione coreografica di Amedeo Amodio con le scene e i costumi di Luisa Spinatelli.

24 luglio
Air

Professore di matematica uno, architetto l’altro, rigorosamente made in France, gli AIR, aka “Amour, Imagination, Rêve”- Amore, Immaginazione, Sogno – tornano in Italia con una data estiva.

26 luglio
L'Opera incontra il Pop-incanto Quartet

La musica più bella di tutti i tempi da Puccini ai giorni nostri.
Quattro soprani (Claudia Coticelli, Rossella Ruini, Laura Celletti, Francesca Romana Tiddi) in concerto nella meravigliosa cornice del Teatro Romano di Ostia Antica, in un progetto con la musica più bella di tutti i tempi da Puccini ai giorni nostri, accompagnate dal quintetto strumentale Venere Ensemble (Claudia Agostini_pianoforte, Zita Mucsi_violino, Marta Cosaro_viola, Rossella Zampiron_violoncello, Emanuele Montaldo_contrabbasso).

27 luglio
Carmina Burana

Due note opere della classica novecentesca: i “CARMINA BURANA" di Carl Orff e il “BOLÉRO” di Maurice Ravel. Sul palco salirà un ensemble di 200 elementi composto da ORCHESTRA DELLA TOSCANA e CORO DI ROMA, la cui direzione è affidata al giovane e apprezzatissimo DANIELE RUSTIONI.

28 luglio
Paolo Fresu Quintet

Paolo Fresu - tromba e flicorno; Tino Tracanna — sax tenore e soprano; Roberto Cipelli - pianoforte e Fender Rhodes electric piano; Attilio Zanchi - contrabbasso; Ettore Fioravanti - batteria

“Cosa dire ancora sul quintetto più famoso d'Italia? Che ha raggiunto una sorta di classicità della classicità, che è una formazione che naviga sicura sotto la guida di un faro luminoso e rassicurante e grazie allo spirito di gruppo è in
grado di superare le avversità disseminate lungo il cammino come una rompighiaccio alle prese con la banchisa. Che ascoltare un disco del quintetto è un esperienza rassicurante e stimolante allo stesso modo. Rassicurante perché la poesia e la sensibilità dei musicisti portano in superficie la bellezza dei sentimenti e delle emozioni, stimolante perché il loro gioco non è mai fine a se stesso ma attraverso un riflessi, rimandi ed intrecci solletica l'inconscio, svela altri percorsi possibili della nostra mente e del nostro cuore.”

29 luglio
Marco Masini

ore 21.00

Viale dei Romagnoli 717, 00119 ROMA

https://www.facebook.com/OstiaAnticaTeatroRomano

Per la prevendita dei biglietti:
http://www.ticketone.it/teatro-romano-di-ostia-antica.



Chiedi informazioni Stampa la pagina