News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  raquo; News  »  Week end di sangue sul litorale.
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Week end di sangue sul litorale.

Un morto sulla Litoranea ed uno sull'Ostiense

Ulderico Pecce e Andrea Zecchiaroli. Solo loro le ultime due vittime delle strade. Due uomini, di 43 e 53 anni, che nel week end sono morti su due arterie principali nel territorio del X Municipio.
La striscia di sangue è iniziata venerdì 18 marzo intorno alle 23. Ulderico, a bordo della sua Yaris, si è scontrato sulla via Litoranea tra Ostia e Torvaianica con una Nissan Qashqai. L'impatto è stato devastante e Pecce è morto sul colpo. Le due persone che viaggiavano sulla seconda auto sono state trasportate all'Ospedale Grassi entrambi in gravi condizioni ed in codice rosso.
Destino analogo qualche ora dopo a Casal Bernocchi. Sono le 12, circa, di domenica 20 marzo. Su via Ostiense, all'altezza del chilometro 16.800 all'incrocio con via di Ponte Ladrone, una Fiat 500 e una Fiat Bravo impattano con violenza. Andrea, a bordo della seconda auto, non ce la fa. Feriti conducente e passeggero che viaggiavano sulla 500: il ragazzo è stato portato all'Ospedale Grassi, la ragazza all'Ospedale San Camillo.
I feriti aumentano mentre l'elenco delle vittime delle strade sul litorale continua.
La memoria torna così in fretta alla fine del 2015 quando, nell'ultimo mese, morirono cinque persone. Tutte giovanissime. Le ultime, ma solo in ordine di tempo, le due sorelline di 8 e 12 anni che il 13 dicembre scorso sono state vittime di una infernale carambola sulla via del Mare.
Il 10 dicembre Laura Lipera, di 19 anni, morì dopo che l'auto su cui era a bordo si schiantò contro un albero su via di Castel Fusano. Senza dimenticare Simone Urbano, di 22 anni, morto la notte del 29 novembre e Carmen Gattullo, 15enne studentessa del liceo Anco Marzio, morta il 23 novembre scorso dopo due settimane di agonia. Il 2015, da queste parti, è stato un anno terribile con quattordici vittime. L'incubo ritorna, la conta dei morti aumenta e il territorio di Ostia continua a versare lacrime.

21 marzo 2016
da www.romatoday.it

Chiedi informazioni Stampa la pagina