News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  raquo; News  »  Tragedia all'Infernetto: uccide la moglie e si impicca nel giardino
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Tragedia all'Infernetto: uccide la moglie e si impicca nel giardino

La scoperta dei corpi privi di vita in una villetta di via Valfloriana

Un uomo, un colonello 64enne dell'Aeronautica Militare in pensione, ha messo in atto l'omicidio-suicidio uccidendo la moglie, una donna di 58 anni, ritrovata priva di vita nell'abitazione del X Municipio Mare dove i due vivevano da soli. L'allerta al 112 intorno alle 13:30, quando alcuni vicini hanno segnalato la tragedia in un'abitazione di via Valfloriana.
Secondo quanto ricostruito dai carabinieri del Nucleo Radiomobile di Ostia intervenuti al civico 32 di via Valfloriana, la tragedia avrebbe preso corpo nel corso di una animata lite verbale fra i due. Carlo Revetria, questo il nome dell'ex colonnello in pensione, avrebbe poi strangolato sua moglie Gisella Nano, insegnante di danza in una scuola di jazz, per poi colpirla con un vaso in testa ed ucciderla. L'ufficiale in pensione ha quindi chiamato un vicino di casa per richiedere l'intervento dei carabinieri. Arrivati sul posto i militari dell'Arma non hanno però potuto nulla nemmeno per il marito, trovato impiccato con una corda nel patio del giardino.
Sul posto, oltre ai militari del Nucleo Radiomobile della Compagnia lidense, anche il medico legale, il magistrato di turno ed i militari del Nucleo Investigativo di via in Selci, al lavoro per ricostruire gli ultimi momenti di vita dei due. Secondo gli investigatori non ci sarebbero dubbi sull'omicidio-suicidio. Resta da accertare il movente che ha portato Carlo Revetria, che dopo essere andato in pensione si era dedicato al commercio di piccoli aerei bimotore, a mettere in atto la tragedia. Sposati da anni i due non avevano figli ed erano molto conosciuti nel quartiere.

1 marzo 2016
da www.romatoday.it

Chiedi informazioni Stampa la pagina