News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  raquo; News  »  Tra passato e presente, divertimento e didattica: ecco il nuovo Luneur Park
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Tra passato e presente, divertimento e didattica: ecco il nuovo Luneur Park

Presentato il progetto didattico legato all'apertura del nuovo Luneur, prevista per maggio-giugno 2016.

In via delle Tre Fontane, all'ombra della ruota panoramica, sta prendendo piede un progetto in grado di legare l'aspetto ludico a quello didattico. Si tratta del nuovo Luneur Park, presentato nel pomeriggio del 15 febbraio, nella Sala Tevere della Regione Lazio. Dal Vicepresidente della Regione, in apertura di conferenza stampa, è stato più volte definito "Un progetto positivo". Un luogo particolare, ha sottolineato Massimiliano Smeriglio, che ha riconosciuto l'esistenza di"un legame sentimentale tra il parco giochi e chi oggi ha più di 35 anni".
Il legame tre presente e passato, è sicuramente un asse su cui il management del Luneur ha deciso di puntare. Lo dimostra anche il lancio del progetto #tiricordiquando, rivolto alle classi primarie di Roma ed ai loro genitori. A questi ultimi si chiederà infatti di ricordare le giornate trascorse nel parco. Insieme al contribuito dei bambini, si arriverà alla compilazione di un Lunalibro, con cui si parteciperà ad un corcorso. In palio ci sono ingressi ed abbonamenti gratuiti. Ma se il Luneur, com'è stato sottolineato in conferenza stampa, "raccoglie l'eredità dello storico parco divertimenti" , non per questo va sottovalutata la sua portata innovatrice.
La sfida del nuovo parco divertimenti, è giocata sull'intreccio tra passato e presente. E così, visto che l'area nel 1942 era stata destinata ad ospitare un giardino botanico, si punterà molto sull'aspetto "green". All'interno del parco sarà così realizzato un grande orto circolare, disposto come fosse un labirinto. Percorrendolo i bambini potranno imparare nozioni ed emozioni legate al ciclo della natura. Saranno loro forniti attrezzi come rastrelli, pale e tutto quanto occorre per operare all'interno di un orto.
Oltre che sull'intreccio tra presente e passato, il nuovo Luneur Park punterà molto sul binomio divertimento e didattica. Com'è stato sottolineato nella Sala Tevere, sono lontani i tempi della contrapposizione tra scuola dell'obbligo e città dei balocchi. Per questo all'interno del parco giochi trovano spazio anche laboratori didattici dedicati alla preistoria, con un'area di scavo dove i bambini potranno divertirsi. Ci saranno inoltre iperrealistici dinosauri ed animali estinti, realizzati a grandezza naturale. Un'attrazione irresistibile per i bambini a cui il parco è dedicato. A differenza del passato, il nuovo Luneur Park è infatti rivolto esclusivamente ad un pubblico fino ai 12 anni di età. Una scelta consapevole che sarà possibile apprezzare, è stato chiarito in conferenza stampa, "a partire dalla fine di maggio, o al massimo all'inizio di giugno".

di Fabio Grilli
15 febbraio 2016
da www.romatoday.it

Chiedi informazioni Stampa la pagina