News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  raquo; News  »  Zingaretti:"Trasformeremo la Roma Lido in una metropolitana".
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Zingaretti:"Trasformeremo la Roma Lido in una metropolitana".

Questo l'impegno del presidente della Regione Lazio e dell'assessore alla Mobilità, Civita

"Trasformeremo la vecchia ferrovia Roma-Lido in metropolitana. Resterà pubblica e garantirà il diritto alla mobilità di migliaia di romani". Parola del presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti che lo annuncia su twitter. L'intento quindi è quello di migliorare la ferrovia che collega il litorale alla capitale che spesso crea disagi ai pendolari tra ritardi e treni guasti.
E lo stesso impegno lo ha ribadito l'assessore alla Mobilità della Regione Lazio Michele Civita, nel corso della sua relazione al Consiglio straordinario sul Trasporto pubblico locale: "Io credo sia necessario trovare le risorse per trasformare la Roma-Lido in una metropolitana. Il lavoro che stiamo mettendo in campo è per raggiungere questo obiettivo. La nostra iniziativa è di due tipi - ha spiegato Civita - la prima è aver rinnovato la richiesta al ministro Delrio di poter utilizzare una parte dei fondi Fas che sono a disposizione del governo, e che deciderà come distribuirli nei prossimi mesi". Si tratta di "180-200 milioni da investire subito per lavori urgenti e per l'acquisto di nuovi treni su quella linea, che è gestita ormai da oltre 16 anni da Atac che ha avuto in questi anni non solo la gestione ma anche la responsabilità della manutenzione straordinaria e ordinaria. Atac non aveva speso molti dei soldi, e noi li abbiamo trovati nei residui passivi. Abbiamo messo dunque in campo iniziative che, se si riescono a chiudere i cantieri in tempi ragionevoli - ha spiegato ancora Civita - porteranno miglioramenti: 4 nuove stazioni, 3 nuovi apparati elettrici, per oltre 35 milioni investiti in questi ultimi due anni".
Dall'altra parte, ha detto ancora l'assessore, "abbiamo ricevuto una proposta di project da una Ati con in testa Ratp Italia e Ansaldo che non prevede la vendita della linea, che resta pubblica e pubblica rimane, ma che prevede investimenti per la trasformazione in metro e l'acquisto di treni, in cambio di un canone annuale per oltre vent'anni per poter ammortizzare gli investimenti. Come prevede la legge abbiamo voluto esaminare con una 'conferenza dei servizi preliminare' il progetto arrivato. Ci sono alcune condizioni poste dal progetto, come un investimento iniziale che dovrebbe fare la Regione, che per noi vanno superate altrimenti il project non avrà l'interesse pubblico. Se avessimo avuto già tutti i soldi infatti - ha sottolineato - avremmo fatto subito la gara e non il project. Vogliamo mettere in campo una iniziativa che in prospettiva risolva la situazione: è il lavoro giusto da fare per rispetto dei cittadini e dei pendolari".
Per il capogruppo del Pd, Massimiliano Valeriani "questo tema della Roma-Lido è importante ma rischia di diventare un argomento maneggiato con troppa superficialità per colpa delle campagne elettorali. Pertanto penso sia giusto fare un consiglio straordinario su questo tema, depurato in questo modo da tante situazioni esterne che condizionano il modo di raccontare la Roam-Lido, permettendo così a tutti di fare una discussione utile e ordinata". Proposta accolta e condivisa dal capogruppo FI alla Pisana, Antonello Aurigemma "ma con l'impegno che nell'arco delle prossime sedute utili si faccia un consiglio straordinario sulle ferrovie ex concesse". Che su twitter commentando il tweet del Presidente Zingaretti sulla Roma-Lido scrive: "Allora cedetela a Roma Capitale e non ad aziende francesi per riqualificarla",

26 gennaio 2016
da www.repubblica.it

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Vedi anche: