News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  raquo; News  »  Ostia, sgombero nella pineta Acqua Rossa: all'interno decine di baracche abusive.
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Ostia, sgombero nella pineta Acqua Rossa: all'interno decine di baracche abusive.

Sul posto carabinieri, polizia, finanze e vigili del X Gruppo Mare

Sgombero alla pineta Acqua Rossa di Ostia. Il blitz per liberare l'area verde della Riserva Naturale del Litorale Romano è iniziato alle 7:30 del mattino di oggi, 13 gennaio.
Sul posto due blindati della Polizia, un blindato dei Carabinieri, una pattuglia della Guardia di Finanza, due squadre della Guardia Forestale, gli operatori dell'Ama e e gli agenti della polizia municipale del X Gruppo Mare che hanno chiuso via delle Acque Rosse, nel tratto tra via delle Marianne e via delle Baleniere. Nella pineta sono entrati anche con militari del reparto a cavallo.
La zona, da anni, era ormai occupata da numerose famiglie rom. All'interno della pineta Acqua Rossa sono state ritrovate decine di baracche, censite 85 persone e ritrovata merce di ogni tipo. Dagli armadietti, a vestiario di ogni genere fino a passeggini, cavi elettrici, lavandini e addirittura un frigorifero.
Sono circa 40 le baracche presenti nell'area demolite entro la fine della giornata. I mezzi dell'Ama provvederanno nei prossimi giorni a concludere l'operazione di bonifica. Quattro i veicoli trovati: un furgone in stato di abbandono verra' portato via in giornata.
Un problema quello del polmone verde di Ostia denunciato, ormai da anni, dai residenti e dai genitori dei bambini che frequentano l'istituto di via delle Acque Rosse. Eppure quelle baracche, tempo fa, furono messe sotto sequestro già diverse volte ma le famiglie, ignorando i provvedimenti delle forze dell'ordine, hanno ripreso possesso della pineta che si estende al lato della trafficata viale dei Romagnoli.
Senza dimenticare, inoltre, che nell'estate del 2013 si era fatta largo l'ipotesi di un centro accoglienza per i rom nella pineta di Ostia. Una soluzione, però, che a RomaUno, l'allora presidente del X Municipio Andrea Tassone e l'allora assessore alle politiche sociali Emanuela Droghei si sbrigarono a smentire considerando, anche, le tante polemiche scoppiate sui social network che si scatenarono in merito.
Il problema nella pineta è legato anche alla sicurezza. C'è anche da registrare come, negli ultimi blitz contro l'abusivismo commerciale ad Ostia, gli agenti del X Gruppo Mare hanno denunciato e fermato diverse persone di origine rom che dalla pineta Acque Rosse si spostavano nelle zone di viale della Vittoria e via delle Sirene per allestire mercatini abusivi di fortuna prontamente sgomberati e sequestati dai vigili. Un vero peccato per uno dei patrimoni che, con questo sgombero, potrebbe così essere restituito ai cittadini del X Municipio.

14 gennaio 2016
da www.romatoday.it

Chiedi informazioni Stampa la pagina