News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  raquo; News  »  Blocco del traffico, targhe alterne: il 28 ferme le dispari, il 29 le pari
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Blocco del traffico, targhe alterne: il 28 ferme le dispari, il 29 le pari

Il biglietto singolo per i mezzi pubblici da 1,50 euro varrà per l'intera giornata

Niente blocco totale, il Campididoglio fa un passo indietro e opta per le targhe alterne: lunedì 28 si fermeranno le auto con targa dispari, martedì 29 toccherà a quelle con la targa pari. Il provvedimento ha valore nel perimetro della Fascia Verde, nelle fasce orarie dalle 7,30 alle 12,30 e dalle 16,30 alle 20,30.

Le deroghe, tra gli altri, riguarderanno i veicoli Euro 6, a metano, Gpl, con contrassegno disabili, elettrici o ibridi, car sharing, car pooling. Via libera anche per i motocicli a 4 tempi Euro 3 e per i ciclomotori a 2 ruote a 4 tempi Euro 2. I veicoli più inquinanti, ovvero auto benzina Euro 0 e 1; auto diesel fino a Euro 2; moto e motorini Euro 0 e 1, microcar diesel Euro 0 e 1, si fermeranno a prescindere dalla targa.

Nella due giorni a targhe alterne, questa la novità, il biglietto singolo per i mezzi pubblici da 1,50 euro varrà per l'intera giornata. Per avere accesso alla rete di trasporto si dovrà timbrare il bit acquistato che, una volta validato, avrà valore fino alla mezzanotte del giorno di timbratura.

Una situazione che non accenna a migliorare quella dell'inquinamento dell'aria nella Capitale. Il giorno di Natale, venerdì 25 dicembre, le centraline dell'Arpa segnavano quasi ovunque valore oltre il limite massimo consentito dalle normative. E sulla misura delle targhe alterne non si placano le polemiche. Un provvedimento blando per i Verdi che attaccano: "Non capiamo il ritorno alle targhe alterne che, alla luce del parco auto circolante nella capitale, consente comunque a 1 milione e 300 mila macchine di scorazzare e di emettere quasi il 50% dei PM10 presenti nell'aria". Un'ordinanza "inutile" per il Codacons, associazione dei consumatori, "senza gli adeguati controlli".

Chiedi informazioni Stampa la pagina