News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  raquo; News  »  Gli studenti di Ostia in corte contro "La buona scuola"La polizia ha operato un fermo
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Gli studenti di Ostia in corte contro "La buona scuola"La polizia ha operato un fermo

La polizia ha operato il fermo d un ragazzo

Un migliaio di studenti delle scuole del X municipio hanno sfilato in corteo per le strade di Ostia contro la ‘buona scuola’, il decreto voluto dal governo Renzi.
Hanno aderito alla manifestazione, promossa dal Coordinamento studenti X municipio, i ragazzi dei licei Anco Marzio, Labriola, Enriques, Democrito e degli istituti Toscanelli, Faraday, Carlo Urbani e Verne per protestare contro una riforma che impoverirebbe la scuola. Il corteo è partito dal Labriola sfilando lungo via Capo Spartivento, via Ammiraglio del Bono passando davanti al Parco dei Fusco fino al pontile. I giovani hanno sfilato reggendo striscioni con le scritte ‘Blocchiamo l’ignoranza’ e ‘Loro distruggono la scuola noi la ricostruiamo’.
Un ragazzo è stato allontanato dalla polizia che ha presidiato la manifestazione per evitare possibili scontri. Gli agenti del commissariato Lido presenti in strada fin dalle prime ore del mattino. Già ieri alla vigilia si erano verificate tensioni tra i giovani del Coordinamento studenti e i rappresentanti del Blocco studentesco, il movimento giovanile di Casapound, che in alternativa alla manifestazione hanno organizzato un’assemblea ‘senza bandiere politiche’ in via Capo Sperone.
Insulti tra i due diversi gruppi sui social. "I fascisti, negli ultimi giorni, hanno provato ad imporre il proprio metodo agli studenti di Ostia, insultando con commenti su Facebook chi provasse ad esprimere un’idea democratica, hanno minacciato e usato modalità violente, fasciste appunto. Non può più accadere che una bandiera partitica, a maggior ragione se fascista, sventoli su una scuola o in testa ad un corteo studentesco, specialmente se è posta accanto a quella della Repubblica Italiana. A tutto questo dobbiamo dire basta", ha dichiarato il Coordinamento su Facebook. "Abbiamo intenzione di rilanciare il valore della democrazia, ascoltando gli studenti, dando voce ad ogni loro problematica, portandola avanti con ogni mezzo a nostra disposizione, in modo concreto ed efficiente, ha aggiunto il Coordinamento.
Luca Marsella, responsabile di Casapound, da parte sua aveva dichiarato che "il corteo indetto domani contro il nostro movimento studentesco e gli studenti che stanno protestando contro la 'buona scuola' deve essere annullato, c'è un problema di ordine pubblico e si rischiano scontri tra studenti". "È inaccettabile ed è una grave provocazione che il corteo partirà dallo stesso punto dove è in programma un'assemblea degli studenti senza etichette e colore politico che stanno portando avanti da settimane occupazioni e mobilitazione per i problemi della scuola. È assurda la presenza di associazioni come l'Anpi che nulla hanno a che vedere con le scuole e stanno soltanto cercando di strumentalizzare gli studenti. Le responsabilità di quello che potrebbe accadere domani, se il corteo non sarà annullato, saranno da ricercare in queste associazioni e nei partiti di sinistra che stanno fomentando lo scontro", ha spiegato Luca Marsella in una nota.
Sono circa venti le denunce per manifestazione non preavvisata, secondo quanto dichiarato dal Commissariato del Lido di Ostia, verso gli esponenti di Casapound e Blocco Studentesco.

Autore: Maria Grazia Stella
3 dicembre 2015
da www.ostiatv.it

Chiedi informazioni Stampa la pagina