News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  raquo; News  »  Ammazza la compagna, poi si costituisce. La vittima è una studentessa di Ostia
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Ammazza la compagna, poi si costituisce. La vittima è una studentessa di Ostia

L’omicida è un cittadino cubano di 24 anni, incensurato

Ammazza la compagna sparandole un colpo alla testa dopo una violenta lite. L’episodio è accaduto intorno alle ore 2.30 della scorsa notte a Testaccio. Responsabile dell’omicidio è Medina Nunez Yoandris, un cittadino cubano di 24 anni, incensurato, che poco dopo si è costituito alla polizia dopo aver chiamato il 113. La vittima è Nicole Lelli, una studentessa di 23 anni di Ostia.
Secondo una prima ricostruzione, ieri sera la giovane si trovava in un locale di via Galvani, a Testaccio, in compagnia di altri amici, quando è stata raggiunta dal sudamericano che l’ha invitata ad uscire per poterle parlare. Poi, a bordo dell’auto, si è consumata la tragedia. Impugnando una pistola, una Beretta calibro 7.65, con la matricola abrasa, il 24enne ha premuto il grilletto contro Nicole Lelli freddandola.
Dopo l’omicidio, Medina Nunez Yoandris ha messo in moto e si allontanato a bordo dell’auto, accanto il corpo senza vita della compagna sul sedile del passeggero. All’altezza di Ponte Marconi si è fermato confessando l’assassinio all’agente della sala operativa della Questura che ha risposto al 113.
In pochissimi minuti sul posto sono arrivate alcune pattuglie. Gli agenti hanno trovato il 24enne con l’arma accanto e il corpo della giovane nell’auto. Identificato per Medina Nunez Yoandris, originario di Cuba, l’uomo è stato accompagnato negli uffici del commissariato Esposizione e arrestato per il reato di omicidio. Sono in corso accertamenti da parte degli investigatori sull’arma utilizzata, una Beretta calibro 7.65 clandestina, illegalmente detenuta dall’autore del delitto e sui motivi che hanno armato la sua mano, forse la gelosia. Indaga la squadra mobile.
Dopo gli omicidi di Alessandra Iacullo e Michela Fioretti, entrambe ammazzate a Dragona tre anni fa da compagni gelosi, e la violenta aggressione che ha ridotto ad uno stato di non vita la giovanissima Chiara Insidioso Monda, massacrata di botte 'per gelosia' dall'ex, Maurizio Falcioni, nel litorale di Ostia è ancora una donna, una giovane donna, a subire per mano di un 'amante'. Sulla pagina Facebook di Nicole anche un suo primo piano 'velato' con i colori della bandiera francese in segno di solidarietà con il popolo francese dopo gli attentati terroristici di venerdì scorso. Un'esistenza spezzata dalla crudeltà di un uomo.

16 novembre 2016
Autore: Maria Grazia Stella
da www.ostiatv.it

Chiedi informazioni Stampa la pagina