News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  raquo; News  »  Ostia, potature e Roma-Lido: Silvia Decina 'snobba' i comitati di quartiere
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Ostia, potature e Roma-Lido: Silvia Decina 'snobba' i comitati di quartiere

Il 'commissariamento' del X Municipio ha generato una serie di disagi e problemi

Ad Ostia, e dintorni, i cittadini alzano la voce. La situazione che ha portato al 'commissariamento' del X Municipio ha generato una serie di disagi e problemi irrisolti che hanno fatto innervosire i residenti. Inoltre le opportunità di parlare con le istituzioni diventa quasi un miraggio. Il sindaco Ignazio Marino, lo scorso 29 aprile, aveva assegnato al delegato Alfonso Sabella la cura del municipio lidense.
Con lui, in squadra, anche Silvia Decina, già capo segreteria del primo cittadino. Proprio con lei i comitati di quartiere 'Sentinelle degli alberi RomaLido - Sos ambiente 10º', 'Amici della Madonnetta' e 'Comitato civico' avevano richiesto un incontro che, dopo diversi rinvi, però non è mai avvenuto.
I comitati, di tutta risposta, hanno così deciso di alzare la voce sottolineando il loro disagio attraverso una nota congiunta: "Riteniami lesivo della dignità dei 400, 500 cittadini che rappresentano, il fatto che per essere ricevuti dal 'delegato del delegato' Silvia Decina del X Municipio debbano trascorrere oltre due mesi".
I cittadini, stanchi, proseguono: "A fronte di tale assenza di attenzione alle problematiche del nostro territorio riteniamo di annullare ogni nostra richiesta di incontro. Ci stiamo già attivando per ricercare altri interlocutori e comunque non escludono di intraprendere azioni di lotta sul territorio, come già avvenuto in passato, per impedire ulteriore degrado. Ci riferiamo in particolar modo ad Atac che continua a sperperare soldi pubblici nella costruzione di inutili barriere antirumore a fronte di un servizio di trasporto della Roma-Lido da terzo mondo e ad una eventuale ripresa del taglio di alberi da parte del Comune di Roma".
"Rammentiamo, a chi se ne fosse dimenticato, che sono stati questi comitati che nel 2012 hanno impedito ad Atac di tagliare circa 150 alberi e a bloccare l’inizio dei lavori di costruzione delle barriere sino all’apertura di un tavolo tecnico in Regione, e sempre loro hanno impedito l’ulteriore taglio di alberi a gennaio 2015 da parte del municipio (300 piante tagliate a fronte di 1.000 previste) - continuano i comitati del X Municipio - . Oggi purtroppo sappiamo anche perché era necessario tagliare così selvaggiamente. Di questo volevamo parlare, del degrado ulteriore che si sta perpetrando nel nostro municipio, di muri che mediaticamente si stanno abbattendo e di altri che invece fisicamente si stanno costruendo. D’altronde da chi non conosce il nostro territorio non potevamo aspettarci niente di diverso".
E pure, questa mattina, nell'aula Massimo Di Somma è stato convocato il Coordinamento Rischio Idrogeologico X Municipio per un incontro proprio con Silvia Decina, in merito al programma di interventi per il Dissesto Idrogeologico nel territorio.
Durante la riunione, però, si è respirata "una palese delusione" da parte dei presenti per una scarna presentazione di notizie utili, dove "nulla è stato portato in campo che già non sia stato argomentato nelle precedenti riunioni". Le rappresentanze dei numerosi Comitati di Quartiere presenti, hanno argomentato le proprie perplessità sul tema, richiedendo notizie certe. Un incontro, almeno con una parte di comitati, c'è stato ma i problemi non sembrano essere scomparsi. Anzi.

17 giugno 2015
da www.romatoday.it

Chiedi informazioni Stampa la pagina