News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  raquo; News  »  Il 2 giugno torna la luna rosa. E a luglio appuntamento con la luna blu
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Il 2 giugno torna la luna rosa. E a luglio appuntamento con la luna blu

E quella di giugno è definita proprio “luna rosa” o luna delle fragole.

Torna l’appuntamento con la luna rosa. Il 2 giugno prossimo gli amanti del cielo potranno ancora una volta ammirare il nostro satellite naturale in versione estiva.
E quella di giugno è definita proprio “luna rosa” o luna delle fragole.
In realtà, questo soprannome è frutto della tradizione europea. Ogni luna piena ha un proprio nome che varia da un mese all’altro e anche in base alla localizzazione geografica, come dall’Europa all’America.
Così, quella che per la cultura tradizionale europea sarà la luna rosa, dai nativi americani sarà definita la Luna della fragola.
Cosa accadrà allora il 2 giugno prossimo? Non aspettiamoci di ammirare una luna rosa shock. Quello che vedremo, se il cielo sarà libero da nuvole, sarà una luna con un alone leggermente rosato, dovuto alla posizione della luna rispetto all’atmosfera terrestre e alla calura estiva.
E a luglio sarà la volta della luna blu. Più che nel caso della luna rosa, questa definizione non si riferisce al colore del nostro satellite naturale ma a una particolare combinazione che si verifica periodicamente: una doppia luna piena in un unico mese. Una semplice denominazione, che non aveva nulla a che vedere col colore della Luna.
A luglio avremo dunque due lune piene: la prima il 2 e la seconda il 31. Un fenomeno tutt’altro che raro e che si ripete in media ogni 2,7 anni, ma in alcuni casi è anche più frequente. Nel 1999, ad esempio, si verificarono due lune blu, sia a gennaio che marzo, ma a pagarne le spese fu febbraio durante il quale non ci fu alcun plenilunio.
Ma torniamo alla luna rosa. Due anni fa, il 23 giugno, la “luna rosa” fu addirittura super. Quel giorno il nostro satellite naturale si trovò alla distanza minima dalla Terra, l’apogeo. Non a caso venne soprannominato superluna rosa. Non solo la luna era rosata in concomitanza col solstizio d’estate, ma era anche più vicina, quindi apparentemente più grande.
La prossima occasione per ammirare un spettacolo simile sarà il 28 settembre, quando il nostro satellite raggiungerà una distanza ancora più ridotta: 356.509 chilometri. Ma allora sarà accompagnato da un altro evento particolare: la tetrade. Si tratta di quattro eclissi lunari in solo due anni. Le prime due si sono verificate il 15 aprilee l’8 ottobre 2014, mentre la terza ha avuto luogo il 4 aprile 2015.
Il 28 settembre 2015, la superluna si tingerà di rosso: sarà la quarta eclissi della tetrade.

Francesca Mancuso
30 maggio 2015
da www.greenme.it

Chiedi informazioni Stampa la pagina