News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  raquo; News  »  Incendio aeroporto, riapre il terminal 3
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Incendio aeroporto, riapre il terminal 3

Migliaia di passeggeri in attesa

Il Terminal 3 è stato riaperto - ha reso noto l'Enac - e oggi si raggiungerà il 50% della capacità operativa dei voli. Inaccessibili rimangono, l'area transiti, dove si è sviluppato l'incendio, ed un settore della hall, quello abitualmente dedicato al check-in della compagnia aerea Emirates, perché da sistemare per la fuliggine." Squadre di 300 dipendenti di AdR, tra tecnici, addetti alle pulizie e alla manutenzione, hanno lavorato l'intera notte per renderlo operativo dall'alba. Attesa oggi in procura un'informativa sui rilevamenti di Vigili del fuoco e Polaria: l'ipotesi è un corto circuito. L'incendio divampato la notte scorsa all'interno dell'area commerciale al piano -1 del Terminal sarebbe pare partito dalla presa elettrica di un frigorifero all'interno di una cucina di un ristorante. Le fiamme si sarebbero poi propagate lungo i collegamenti elettrici facendo scattare l'allarme antincendio quando le fiamme erano ormai già alte. L'incendio ha provocato la distruzione di gran parte del terminal comprese alcune cabine di controllo passaporti. Sono molti i negozi distrutti. Illesi i banchi di accettazione e gli strumenti operativi per la sicurezza, a cominciare dai metal detector. Gli investigatori stanno passando al setaccio le immagini delle telecamere per ricostruire con esattezza quanto accaduto.
Un terminal fuori uso comporta disagi incredibili perché tutto il flusso di passeggeri dovrà fare le operazioni di imbarco attraverso i terminal 1 e 5, rispettivamente voli nazionali e intercontinentali, con inevitabili rallentamenti. Ecco quindi che anche il giorno dopo l'incendio continuano i disagi per i migliaia di passeggeri che anche questa notte hanno affollato il Terminal 1. Lunghe file ai check in, passeggeri in ansia, considerato che a quelli oggi previsti in partenza si aggiungono le molte centinaia di viaggiatori rimasti bloccati ieri e che oggi tentano di raggiungere le rispettive mete dopo aver trascorso la notte in albergo. Ma non manca chi ha trascorso la notte direttamente nello scalo. Operativi anche il Terminal 2 ed il Terminal 5. Per assistere i passeggeri è permanente il presidio della task force di Adr che da ieri ha messo in azione 400 addetti, ai quali si aggiungono quelli di Alitalia. Si prova quindi a tornare alla normalità, ma oggi un volo su due è a rischio cancellazione. "Le compagnie aeree saranno costrette a ridurre i voli su Fiumicino di circa il 50 per cento rispetto alla normale programmazione", si legge in una nota di Alitalia. PER SAPERE QUALI VOLI SONO STATI CANCELLATI CLICCA QUI

8 maggio 2015
da www.ostiatv.it

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Vedi anche: