News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  Sanità  »  Autorizzazioni sanitarie
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Autorizzazioni sanitarie

Distretto Sanitario - XIII Municipio

Presso i centri autorizzativi è possibile richiedere il materiale diagnostico/terapeutico come alimenti speciali, ossigeno (numero verde per ossigenoterapia 800278407).

Erogazione gratuita dei prodotti aproteici

Contributo economico per le persone con Insufficienza Renale Cronica (I.R.C.) di grado 4 e 5.

Con la Deliberazione di Giunta Regionale n.103 del 19 febbraio 2010 sono stati stanziati 3 milioni di euro per sostenere con un contributo economico le persone residenti nella regione Lazio con Insufficienza Renale Cronica (I.R.C.) di grado 4 e 5 (filtrato glomerulare inferiore ai 30ml/minuto) non ancora in dialisi, stimate in circa 2000 unità, per l'acquisto dei prodotti ipoproteici.

La dieta ipoproteica è uno strumento irrinunciabile nella terapia conservativa della malattia renale cronica, in quanto non solo si affianca agli altri trattamenti volti a rallentare la progressione della malattia renale stessa, ma costituisce il cardine per il controllo dei sintomi uremici e delle complicanze metaboliche, consentendo di rinviare l'ingresso del paziente in trattamento dialitico.

Procedura di accesso al contributo regionale

Chi ha diritto?

Hanno diritto al contributo economico per l'acquisto dei prodotti dietetici ipoproteici le persone residenti nella regione Lazio con Insufficienza Renale Cronica (I.C.R.) di grado 4 e 5 (filtrato glomerulare inferiore ai 30ml/minuto) non ancora in dialisi.

Qual è il contributo?

Il contributo per l'acquisto di prodotti dietetici ipoproteici è stabilito, nel limite massimo di spesa mensile, in modo diversificato nei seguenti casi:

  • € 120 (centoventi) per pazienti adulti
  • € 120 (centoventi) per pazienti di età inferiore ai 12 anni
  • € 160 (centosessanta) per pazienti di età inferiore ai 12 anni in caso di assunzione di latte ipoproteico.

Quali sono i prodotti per i quali è previsto il contributo?

I prodotti per i quali è previsto il contributo sono:

  • pane
  • pasta
  • farina
  • fette biscottate
  • pancarré
  • biscotti
  • altri prodotti ipoproteici indicati nella dieta.

Il contributo è erogato per gli alimenti ipoproteici iscritti nell''elenco nazionale dei prodotti dietetici, (individuato ai sensi del Decreto del Ministro della Sanità 8 giugno 2001) e previsti nella D.G.R. 9 dicembre 2003, n. 1322 e nella D.G.R. 27 febbraio 2007, n. 112.

Cosa si deve fare per ottenere il contributo?

Le persone con IRC di grado 4 e 5 (filtrato glomerulare inferiore ai 30 ml/minuto) devono:

1. recarsi da un nefrologo operante presso una struttura pubblica o privata, purché accreditata con il Servizio Sanitario Regionale, per l'accertamento della patologia e la determinazione della dieta, mediante la compilazione della "Scheda regionale per la prescrizione di alimenti aproteici" approvata con Deliberazione di Giunta Regionale n. 103 del 19 febbraio 2010. La prescrizione della dieta ipoproteica non deve superare i 12 mesi.

2. recarsi alla ASL di residenza per presentare la "Scheda regionale per la prescrizione di alimenti aproteici" compilata dal nefrologo, ai fini della necessaria autorizzazione alla prescrizione per il medico curante e l'inserimento nel sistema informatico WebCare che attribuirà automaticamente il codice identificativo del paziente;

3. recarsi dal proprio medico curante per la prescrizione mensile (ricetta rosa) da presentare in farmacia.

Il nefrologo deve appartenere ad una struttura pubblica?

Non è necessario. Il nefrologo che attesta il grado di patologia e la dieta ipoproteica del paziente può essere operante sia presso una struttura pubblica sia presso una struttura privata, purché accreditata con il Servizio Sanitario Regionale.

Cosa fa l'ASL?

L'ASL di residenza della persona affetta da I.R.C. di grado 4 e 5 (filtrato glomerulare inferiore ai 30 ml/minuto) dovrà rilasciare l'autorizzazione per la prescrizione per il medico ed inserire la "Scheda regionale per la prescrizione di alimenti aproteici" compilata dal nefrologo e presentata dal paziente presso uno dei propri sportelli. Il sistema informatico WebCare rilascerà il codice identificativo del paziente.

Cosa fa il medico curante?

Il medico curante deve prescrivere, sulla ricetta medica del Servizio sanitario regionale (ricetta rosa), gli alimenti ipoproteici indicati dal nefrologo che ha compilato la "Scheda regionale per la prescrizione di alimenti aproteici", rispettandone il quantitativo mensile stabilito.

Cosa fa la farmacia?

La farmacia erogherà i prodotti aproteici rispetto al fabbisogno prescritto, imputando la spesa a carico della Regione entro il tetto mensile autorizzato e a carico del paziente per la parte eventualmente eccedente;

All'atto della spedizione della ricetta il farmacista dovrà:

  • collegarsi al sistema WebCare, utilizzando il codice fiscale dell'assistito;
  • stampare il modulo prodotto dal sistema sul quale dovranno essere apposte le fustelle relative ai prodotti acquistati;
  • allegare il modulo così completato alla ricetta.

La prescrizione della dieta deve essere fatta solo utilizzando la "Scheda regionale per la prescrizione di alimenti aproteici"?

Si. La prescrizione deve essere effettuata unicamente mediante la compilazione della "Scheda regionale per la prescrizione di alimenti aproteici" approvata con Deliberazione di Giunta Regionale n. 103 del 19 febbraio 2010.

Quale validità ha la "Scheda regionale per la prescrizione di alimenti aproteici" compilata dal nefrologo?

La prescrizione della dieta ipoproteica ha una validità massima di 12 mesi.

Che succede se il paziente con IRC entra in dialisi?

Il paziente con Insufficienza Renale Cronica che entra in dialisi, è tenuto a darne tempestiva comunicazione alla ASL di appartenenza, rivolgendosi alla stessa struttura che lo ha precedentemente autorizzato, al fine della cancellazione dall'applicativo web.

Il cittadino è tenuto al pagamento del ticket?

No. Nessun ticket è dovuto.

Che validità ha la ricetta?

La ricetta medica del SSN (ricetta rosa) ha validità 30 giorni escluso quello di emissione. L'erogazione dei prodotti ipoproteici deve essere completata entro il periodo di validità della ricetta.

Si possono ottenere i prodotti ipoproteici presentando al farmacista la sola tessera sanitaria?

No, non è possibile. Si possono acquistare gratuitamente i prodotti ipoproteici, seppur entro il limite mensile stabilito, solo presentando la ricetta medica del SSN (ricetta rosa).

In caso di particolare necessità, è possibile ottenere il quantitativo degli alimenti ipoproteici previsto per il mese successivo?

Si, per una sola volta nell'arco del piano annuale. Tutto comunque deve avvenire dietro presentazione della ricetta medica del SSN (ricetta rosa) e nei limiti della "Scheda regionale per la prescrizione di alimenti aproteici".

Distribuzione dei presidi per i pazienti diabetici

In riferimento al Decreto Commissariale U00063 ratificato il 30.09.2009, vigente dal 01.10.2009, ed alle nuove procedure di distribuzione dei presidi per diabetici approvate, si elencano gli aspetti procedurali più significativi:

  • Dal 01.10.2009 i presidi per l'autocontrollo della glicemia ed i presidi per la somministrazione della terapia insulinica sono distribuiti presso le Farmacie regionali aperte al pubblico, secondo le modalità descritte nei punti successivi; non è previsto nessun ticket o quota di compartecipazione a carico dell'assistito;
  • Non è più necessaria l'autorizzazione dai Centri distrettuali aziendali posta sul retro della ricetta SSN;
  • L'assistito diabetico, che secondo la valutazione del medico Specialista necessita di presidi per l'autocontrollo della glicemia ed i presidi per la somministrazione della terapia insulinica, riceverà dallo Specialista autorizzato un "Piano di autocontrollo di presidi per pazienti diabetici" secondo il modello approvato a livello regionale;
  • L'assistito si recherà nei Centri autorizzativi aziendali distrettuali dove verrà registrato il "Piano di autocontrollo dei presidi" nel sistema gestionale informatico previsto nel dispositivo regionale;
  • Al termine della procedura, il sistema elaborerà un riepilogo da stampare e consegnare all'assistito, denominato "Piano terapeutico", nel quale sono riportati, per ogni prodotto, i quantitativi totali autorizzati ed erogabili a ciascun assistito, durante il periodo di vigenza del Piano di autocontrollo emesso dallo Specialista;
  • Qualora si rendesse necessaria una variazione del Piano di autocontrollo, definitiva o temporanea, sia nei termini dei quantitativi, che della diagnosi/terapia, che dei prodotti prescritti, l'assistito dovrà recarsi dallo Specialista per elaborare un nuovo Piano di autocontrollo, quest'ultimo andrà ripresentato presso i Centri autorizzativi per la sua registrazione nel sistema informatico;
  • L'assistito avrà cura di far pervenire al suo Medico di Medicina Generale ovvero Pediatra di libera scelta: il "Piano di autocontrollo" emesso dallo Specialista più la copia del cosiddetto "Piano terapeutico" elaborato dal sistema informatico e rilasciato in copia dai Centri autorizzativi distrettuali; il Medico di Medicina Generale ovvero Pediatra di libera scelta prescriverà trimestralmente i quantitativi di prodotti necessari al fabbisogno dell'assistito facendo riferimento alla documentazione suddetta;
  • Per il ritiro dei prodotti l'assistito potrà recarsi presso tutte le farmacie regionali aperte al pubblico, presentando, come di consueto, la prescrizione sul modello di ricetta SSN (ricetta rossa) redatta dallo Specialista, ovvero dal Medico di Medicina Generale o Pediatra di libera scelta;
  • All'atto dell'erogazione dei prodotti la Farmacia, collegandosi anch'essa al sistema informatico, visionerà il Piano terapeutico del paziente, memorizzato nel sistema informatico stesso così come inserito dai Centri autorizzativi distrettuali, e sottrarrà i quantitativi consegnati dal totale autorizzato e disponibile per quell'assistito, verificando la validità temporale del Piano; al termine dell'operazione la Farmacia potrà consegnare uno stampato di cortesia ove vengono riportati i quantitativi complessivi già consegnati e quelli ancora disponibili per essere prescritti;
  • Qualora vengano raggiunti i limiti quantitativi di erogazione previsti dal Piano terapeutico dell'assistito registrato nel sistema informatico, o si raggiunga il termine temporale di scadenza previsto dallo Specialista, la Farmacia non potrà più procedere all'erogazione; in tal caso necessita il rinnovo del Piano di autocontrollo da parte dello Specialista e la successiva nuova registrazione sul sistema informatico da parte dei Centri autorizzativi;
  • E' previsto un periodo di tre mesi, decorrente dal 01.10.2009, durante il quale l'assistito, munito di ricetta SSN, potrà comunque recarsi presso le farmacie aperte al pubblico per ricevere il proprio fabbisogno anche in assenza del previsto Piano di autocontrollo emesso dallo Specialista e/o della successiva registrazione sul sistema informatico a cura del Centro autorizzativo distrettuale.
  • E' previsto un periodo di avvio, decorrente dal 01.10.2009, durante il quale l'assistito, anche se munito di Piano terapeutico "vecchio modello" e non conforme al più recente approvato, potrà comunque recarsi presso i Centri autorizzativi distrettuali al fine della registrazione del Piano stesso

Ufficio autorizzazioni sanitarie - Acilia

Indirizzo: via Casal Bernocchi, 61 00125 - ROMA
Telefono: 06 56487054
Responsabile: Dr. Giuseppe Leone

Attvità:

AVVISO AGLI UTENTI

  • Nell'ambito dell'orario di apertura del servizio autorizzazioni (8.30-12.30), l'accesso è limitato a 35 utenti;
  • Gli utenti senza numero potranno essere ricevuti solo nel caso in cui siano stati ultimati prima del previsto gli utenti provvisti di numero;
  • I numeri verranno distribuiti direttamente dal servizio autorizzazioni a partire dalle ore 8.15;
  • Il medico autorizzatore termina il Servizio inderogabilmente alle ore 12.30;

Orari: lunedì, mercoledì e venerdì 8.30-12.30

Ufficio autorizzazioni sanitarie - Ostia

Indirizzo: via Federico Paolini, 34 - Ostia 00122 - ROMA
Telefono: 06 56483921
Orari:
lunedi e venerdi 8.30-12.30
mercoledi 14.30-16.30
dal lunedì al venerdì inserimento piani autocontrollo glicemico 8.30-12.30

Chiedi informazioni Stampa la pagina