News

Leggile tutte
Ti trovi in: Home  »  Territorio  »  Tenuta di Castel Porziano
Condividi su  Facebook Condividi su  Twitter Consiglia la pagina

Tenuta di Castel Porziano

TENUTA PRESIDENZIALE DI CASTELPORZIANO


Via Pontina, 690 / Via Cristoforo Colombo - Castel Porziano

L'ingresso e la visita al pubblico sono possibili solo previa autorizzazione da richiedere con le modalità sotto riportate.
Richiesta scritta da inviare tramite raccomandata a:

  • Servizio Tenute e Giardini - Palazzo del Quirinale - Piazza del Quirinale - 00187 Roma

oppure a

  • Tenuta presidenziale di Castelporziano - Via Pontina, 690 - 00144 Roma

La richiesta deve contenere:

  • tutti i dati dei richiedenti la visita con estremi del documento
  • un possibile calendario di date in cui effettuare la visita
  • recapiti telefonici ed e-mail per ricevere eventuale comunicazione in merito.

Per maggiori informazioni e per le visite guidate da parte di scolaresche si consiglia di contattare il centralino del Palazzo del Quirinale al numero 06 46.991

Sito web: www.quirinale.it

La tenuta di Castel Porziano è una delle residenze del Presidente della Repubblica, si estende per circa 59 Km quadrati ecomprende circa 3,1 Km di spiaggia.

Da sempre considerata importante per la sua posizione geografica, in epoca imperiale rivestiva un ruolo strategico perchè situata tra il porto di Ostia e quello di Anzio. Successivamente all'unità d'Italia fu acquistata dallo Stato come luogo di rappresentanza e riserva di caccia per la famiglia reale. Dal 1948 è divenuta appannaggio del Presidente della Repubblica, che la utilizza sia come luogo di residenza e rappresentanza, sia come zona d'attività zootecniche, agricole e silviculturali nel rispetto dell'ambiente naturale. Totalmente recintata, è sottratta al pubblico e può essere visitata solo per speciale concessione.

L’area verde possiede la maggior parte degli ecosistemi tipi dell’ambiente mediterraneo. La Flora della tenuta vanta un discreto numero di specie tra le quali alcune rare. Partendo dal mare verso l’interno troviamo zone di spiaggia incontaminata con dune sia recenti e sabbiose che antiche e oramai consolidate, ampie zone di macchia mediterranea bassa e alta. Il bosco si compone specialmente da querce di varietà diverse (farnia, farnetto, leccio, sughero, ecc.) fiancheggiate da altre specie come frassini, ontani, pioppi, aceri. Passando al sottobosco ritroviamo altre specie di arbusti tipici proprio della macchia mediterranea come ginepro, mirto, erica, , corbezzolo, ginestra, alloro, fillirea, lentisco, ecc. altra caratteristica della tenuta sono le pozze d’acqua naturali chiamate piscine, ambienti umidi temporanei e permanenti (circa 162). Castelporziano viene in sintesi segnalata dal mondo scientifico come un’area unica di elevato valore naturalistico per l’alto livello di biodiversità, in considerazione della complessità degli ecosistemi forestali, della ricchezza delle specie botaniche (ben 1082).

L’area della tenuta di Castel Porziano ospita popolazioni faunistiche ed ornitologiche di rilevante importanza (complessivamente 2918 specie). Possiamo trovare famiglie di cinghiali, caprioli, daini e cervi oltre che a piccoli mammiferi come lepri, martore, faine, tassi, volpi, tassi e ricci. Per quanto riguarda invece le specie di uccelli sia stanziali che migratori si annoverano picchi, ghiandaie, rapaci diurni come la poiana e notturni come la civetta, il barbagianni e l’allocco. Tra gli esemplari di passaggio oltre a numerosi trampolieri, anatidi e limicoli, tutti attirati dalle zone umide, la tortora, il colombaccio, il rigogolo, la beccaccia e, di notevolissimo interesse, il nibbio bruno.
Gli animali domestici costituiscono una componente rilevante dell'ecosistema e del paesaggio. La Tenuta, infatti, assicura la permanenza in purezza di equini e bovini di razza maremmana, quasi in via di estinzione, allevati allo stato brado ed accuditi da esperti butteri, secondo una tradizione secolare. La selezione è assiduamente curata, tanto che gli esemplari di Castelporziano si classificano spesso ai primi posti nelle principali esposizioni e rassegne di settore.

Di rilevanza archeologica-culturale all'interno della tenuta sono:

- i resti di ville romane del tardo periodo repubblicano, per lo più utilizzate per l'attività rurale. Tra questi spiccano i ruderi della villa di Plinio il Giovane, in prossimità di quanto rimane dell'antica Via Severiana.

- Il Castello ed il Borgo di Castel Porziano

-Il Museo Storico archeologico, allestito nell'ambito del Castello e del borgo, raccoglie oltre duecento oggetti provenienti dagli scavi archeologici effettuati nella tenuta di Castelporziano a partire dalla seconda metà del '800. Il percorso museale, articolato in varie sale, presenta una serie di oggetti ordinati per contesti monumentali di appartenenza ed esposti per ordine cronologico. Tra i numerosi materiali si segnalano per il loro rilevante valore storico documentario ed artistico una tomba con ricco corredo funerario appartenente alla necropoli dell'abitato di Castel di Decima (VII sec. a.C.) e parte di un soffitto dipinto di età romana proveniente dall'area della villa imperiale di cui sono stati individuati cospicui resti in località Tor Paterno.

FONTI:

Comune di roma

Il Quirinale

Turismo, cultura, svago e spettacolo 060608

Chiedi informazioni Stampa la pagina

Vedi anche: